villa matilde.jpg

L’antica tradizione enologica e la particolarità del terroir campano dell’Ager Phalernus sono stati riscoperti da questa azienda a conduzione familiare, nata negli anni sessanta, che ha saputo coniugare cultura e ambiente, tradizione e innovazione, territorio e persone.
La particolarità di quest’azienda vitivinicola solida e affermata è infatti legata a tre fattori d’eccezione:il rispetto dell’ambiente, l’importanza della qualità e la sintesi efficace di tradizione e innovazione.
Villa Matilde punta sulla classe, perché non produce vini seriali, ma vini d’elite e interloquisce idealmente con intenditori del genere, tuttavia, pur mantenendo standard qualitativi elevatissimi, è economicamente alla portata di tutti.
L’azienda fa della cultura del vino oggetto di studio e di ricerca: ha già individuato e continua a individuare i vitigni che un tempo avevano dato vita ai vini più antichi di questa terra, come l’Aglianico, cioè l’antico Hellenico, il Piedirosso da cui nasce il Falerno rosso, l’uva Falanghina che dà vita al Falerno bianco, ma rivisita e modernizza il passato con strumenti pionieristici. La scelta di fondo è sempre qualitativa, non quantitativa. L’innovazione in questo caso non si limita alla tecnologie, è frutto di un pensiero creativo che fa del territorio la sua forza. A Villa Matilde non è l’uomo a trasformare il territorio per dare vita a vini selezionati, qui è l’ambiente a suggerire e a scegliere il suo vino.


Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti anche con finalità’ commerciali.
Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai l’utilizzo dei cookie.
Le impostazioni dei cookie possono essere modificate in qualsiasi momento utilizzando il link Privacy presente nel sito, dal quale è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

accetto